Trekking d’autunno tra ruscelli e cascate in Val Vertova

cascate di valtorta

Siamo in una delle stagioni più belle; l’autunno. I colori che assume la natura in questa stagione sono a dir poco mozzafiato, per questo non ha senso passare le giornate chiusi in casa.

Questo è proprio il periodo migliore per poter organizzare una gita fuori porta, godersi qualche ora in mezzo alla natura, in compagnia di colori favolosi. Questo articolo fa per voi se abitate in Lombardia, ma anche se state pensando di spostarvi di regione e vi trovate nei pressi di Bergamo. Proprio così, quest’oggi vogliamo portarvi di nuovo tra le valli bergamasche.

valli bergamasche

Avete mai sentito parlare delle cascate di Val Vertova? Se la risposta è no, vi consigliamo di mettervi comodi, senza fretta e leggere queste righe che vi faranno conoscere un bellissimo percorso naturalistico. Questo è uno di quei percorsi che si può organizzare con la persona amata, la natura sa essere molto romantica, con la famiglia e con i bimbi.

cascate val vertova

A pochi chilometri dal lago d’Iseo si apre questa oasi naturalistica, che ammaglia con i suoi colori e rumori.

Cosa portare con sé!

Scelta la meta, vi consigliamo di preparare, la sera prima, uno zaino con il necessario. Sempre meglio avere con sé una borraccia con l’acqua, (quando si cammina la sete si fa sentire), il pranzo al sacco (ci sono anche dei punti ristoro dei quali vi parleremo più avanti), un k-way per non trovarvi impreparati alla pioggia che potrebbe iniziare da un momento all’altro ed ultimo ma non meno importante, un giubbotto anti vento, si va comunque tra le valli.

Ora inizia il percorso di trekking in mezzo alla natura. Dipende da dove arrivate, ma vi conviene cercare parcheggio nei pressi dell’inizio del percorso. Una volta lasciata la macchina in prossimità vi aspettano da percorre 2 km circa di strada asfaltata, ma sarete circondati ugualmente da bellissimi alberi e ruscelli d’acqua. Man mano che avanzate la strada diventerà sterrata e qui inizia il vero percorso di trekking autunnale. Niente paura la salita è graduale, il percorso non viene considerato particolarmente difficile ed è consigliato anche alle famiglie con bambini.

Diverse le sorgenti che vi faranno compagnia durante la camminata, le troverete in diversi punti, ma non sempre è facile individuarle, per questo consigliamo di avere con sé la mappa. Lo stesso vale per le cascate, ce ne sono diverse e di grandezza differente. Se pensate di poter consultare la mappa direttamente sullo smartphone potete mettere l’animo in pace, il telefono non prende. Si chiama percorso naturalistico, il bello è proprio questo, godere della bellezza della natura senza distrazioni.

Vi consigliamo di fare attenzione, in alcuni punti del percorso ci sono dei sassi, a volte coperti di muschio oppure bagnati e si rischia di scivolare. Voi che siete dei veri appassionati di trekking avrete sicuramente il bastone, in caso contrario serve fare un pochino di attenzione in più, ma è comunque fattibile senza problemi. La valle saprà guidarti e accompagnarti in questo percorso naturalistico ed a tratti anche spirituale.

Dove mangiare in Val Vertova!

All’inizio del percorso di trekking ci sono due punti ristoro, nel primo potete trovare dei piatti tipici; casoncelli, polenta e formaggella, salumi ecc. Nel secondo invece godervi dei panini e della birra artigianale.

Dipende da come vorrete organizzare la vostra gita, vi conviene iniziare il percorso la mattina e per l’ora di pranzo, quando sarete di ritorno, fermarvi in uno dei punti ristoro.

Speriamo di esservi state utili e se avete bisogno di maggiori informazioni non esitate a contattarci.

Se invece volete avere un’anteprima di cosa potreste vede, vi aspettiamo sul nostro profilo instagram, nella sezione reel troverete proprio quello dedicato alle cascate di Val Vertova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.